L’atteggiamento dell’improvvisatore

Si potrebbe dire che esiste un sistema di valori che dovrebbe guidare l’improvvisazione teatrale. Valori non tecnici ma quasi filosofici, comportamentali, di attitudine più che di capacità:

Appunti

1) Lavorare con un alto livello di energia. A parità di valore dell’idea, la proposta fatta con più energia (entusiasmo, ritmo, curiosità, buona predisposizione all’ascolto dell’altro) risulta più efficace ai fini sia della resa scenica che dell’impostazione narrativa;
2) Ascoltare e visualizzare l’”offerta”. Occorre che le offerte (cioè ogni battuta, azione, gesto proposta da un attore) siano vagliate con attenzione, anzi, quasi attese con curiosità e impazienza, ben considerate e comprese prima di proporre reazioni adeguate;
3) Reazione “Yes, and…”. Reagire secondo questo principio base del “Si, e…” prevede l’accettazione dell’offerta, la sua valorizzazione e soprattutto una reazione che consente di avviare una storia.

Tramite una concatenazione di “Yes, and…” la storia nascente apparirà al pubblico viva e interessante, anche se le idee potrebbero risultare agli improvvisatori apparentemente banali.

È fondamentale per me uscire assolutamente dalla logica “giusto/sbagliato”, “bello/brutto” o “banale/originale”. Creare una storia con questa attitudine prevede che la storia esista, senza bisogno di essere giudicata. Così come l’improvvisatore non deve giudicare la propria performance; questo è facilitato dall’attenzione votata all’altro, che mi permette di creare valorizzando l’idea altrui. In questo modo non mi focalizzo su me stesso, l’energia non rimane richiusa in me (e non posso specarla per giudicare la mia prestazione), ma è completamente rivolta a costruire partendo dall’idea dell’altro.

È importante capire che non esiste l’IDEA o la RISPOSTA GIUSTA, ma solo un BUON ANELLO nella catena narrativa. L’obiettivo di chi improvvisa non dovrebbe essere FARE DEL PROPRIO MEGLIO, piuttosto ESSERE PERSONE CON LE QUALI È BELLO IMPROVVISARE.

Appunti della lezione dell’8 ottobre 2015.

Rispondi