Quando si è grandi abbastanza

Ad esempio: tra me e te sarebbe tutto un mangiare, fare all’amore e ridere.
Ne sono sicuro.

Tra l’altro è un po’ uguale:
perché se non fossi donna saresti pietanza
e se non fosse la mia fine, vorrei tu mi mangiassi.

Per la voglia che hai di ascoltare tutto,
per come apri la bocca
che sembra vorresti anche respirare il fiato
delle persone che apprezzi.
Per l’intelligenza delle tue sensazioni
e il calore della tua intelligenza.

Ma quando si è grandi abbastanza
si capisce
che i sogni son desideri
che i desideri possono essere progetti
e che i progetti possono fallire
si capisce
che una cosa impossibile
la si può strizzare con una battuta
tipo: «io e te? Sarebbe solo tutto mangiare fare all’amore e e ridere
e, scusami, ma non ho poi tutta questa voglia di cucinare.»
per farne uscire
uno dei tuoi migliori sorrisi
pescato tra quelli che hai
pronti ad ogni complimento:
così mi saluteresti
scendendo dall’auto.

Se non può essere
per lo meno ci avrò guadagnato
un’altra tua risata;
quando si è grandi abbastanza
si sa prendere il meglio possibile
dal meno possibile.