Antologia delle cose interrotte/5: Stefano Benni

BEPPINO E LEMONTRI’
di Stefano Benni

Le stagioni scorrevano banali a Sant’Annazzo sul Serio. Sorto nelle pieghe dell’appennino tosco-emiliano, tra la Valgrigiona, pungolata di tronchi rinseccoliti dal freddo e di tegole portate via dalla tramontana, e la Vallinsù, assolata e decorata di boschi festosi, era un paese dove l’Unità d’Italia sembrava non essere arrivata. La stazione ferroviaria era in costruzione da un centennio, e ormai era adibita a condominio di aracnidi giganti tutelato dalla Guardia Forestale. La Statale 45, detta Via della Mota per le frane a giorni alterni, era la sola connessione con la civiltà. Le uniche cose che cambiavano, nell’avvicendarsi implacabile dei mesi erano due: i cromatismi acquei del torrente Serio (bruno d’autunno, blu d’inverno, verdone a primavera, cristallino d’estate) e gli eventi sociali a carattere etno-gastro-alcoolico-religioso. In particolare: Leggi tutto “Antologia delle cose interrotte/5: Stefano Benni”

Antologia delle cose interrotte/4: Charles Bukowski

BIRRA E PUTTANE
di Charles Bukowski

lo sciacquone rotto pisciava come un cavallo. fu quel martellio sgocciollante a svegliarmi, era come un trapano alla tempia. anche oggi l’ho scampata e di sicuro non l’ho chiesto io, baby, di svegliarmi anche oggi, non era nelle mie intenzioni. è che Gesùccristo o Dio o Allah o Buddha o lo Spirito fottutamente Santo mi avevano dato un’altra mano Leggi tutto “Antologia delle cose interrotte/4: Charles Bukowski”

Antologia delle cose interrotte/3: Edgar Allan Poe

CHI DI NOI DUE
di Edgar Allan Poe

Non so come mi sia possibile oggi raccogliere la forza per raccontare i fatti abominevoli che mi videro protagonista, in un tempo che adesso mi appare così lontano. Che almeno il dolore nel riportare tutto alla luce mi sia da parziale penitenza per tali gravi peccati che ho commesso, e che adesso vi narrerò per quanto mi è concesso ricordare. Avviso però che si tratta forse dei più gravi atti commessi da quando l’uomo ha lasciato definitivamente la sua condizione di bestia istintiva. Leggi tutto “Antologia delle cose interrotte/3: Edgar Allan Poe”

La persona giusta

È bella + è intelligente = abita in Honduras
È bella + abita vicino a te = è sveglia come un capitello
È intelligente + abita vicino a te = sembra Freddy Kruger
È bella + è intelligente + è vicina = è bipolare e uccide gli amanti nella notte
È bella + è intelligente + è vicina + è psicologicamente stabile = ha l’alito di Sauron
È bella + è intelligente + è vicina + è psicologicamente stabile + profuma di gelsomino = non ti caca
È bella + è intelligente + è vicina + è stabile + profuma di gelsomino + ti ama = non la ami
È bella + è intelligente + è vicina + è stabile + profuma di gelsomino + ti ama + la ami = la noia rovinerà tutto
È bella + è intelligente + è vicina + è stabile + profuma + ti ama + la ami + durerà per sempre = sei in Matrix
È bella + è intelligente + è vicina + è stabile + profuma + ti ama + la ami + durerà per sempre + è la vita vera = hai vinto.

Antologia delle cose interrotte/2: William Shakespeare

TUTTO PER NIENTE
(le scene sopravvissute ai secoli)
di William Shakespeare

Atto II, scena III

ISTRIONE – Don Riccardo e donna Beatrice, tali e tante son già state le gioie per questo fausto giorno del vostro matrimonio! Eppure, i compagni dei vostri festeggiamenti, han richiesto alla nostra compagnia un’allegrezza in più: una rappresentazione in dedica vostra. Dunque noi istrioni, meglio che raccontarvi una favola di per certo finta, abbiamo scelto una di quelle istorie che miscelano la verità e la leggenda: due ingredienti così dolci quando insieme, avvinti come il tralcio alla pergola, ci portano un frutto più maturo e intrigante. Leggi tutto “Antologia delle cose interrotte/2: William Shakespeare”